La Malattia di Huntington tra conoscenza e competenza

Venerdì 30 ottobre, si svolgerà a Roma, presso l’Aula Magna dell’Istituto Mendel di Genetica Umana una giornata di formazione e divulgazione dedicata alla malattia di Huntington. Un’incontro che rientra nel programma educazionale promosso dalla LIRH – Lega Italiana Ricerca Huntington e malattie correlate onlus, che sostiene, promuove e conduce attività di ricerca scientifica su questa e sulle patologie, altrettanto rare, ad essa correlate. La direzione scientifica è affidata al prof. Ferdinando Squitieri, neurologo, tra i più noti ricercatori al mondo su tale patologia che, così citando il collega tedesco Ralf Reilmann spiega il progetto: “Abbiamo deciso di realizzare questo ciclo di incontri, perché la malattia di Huntington è la più curabile delle malattie incurabili’ perché, anche se ancora non possiamo offrire la ‘guarigione’, ci sono aspetti concreti, huntingtonnon trascurabili, su cui possiamo intervenire farmacologicamente e vogliamo che sia sempre più noti agli operatori e al personale medico.” Il seminario, che vedrà l’intervento del prof. Angelo Vescovi, direttore scientifico dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza, ricercatore conosciuto a livello internazionale per i suoi studi sulle malattie neurodegenerative con cellule staminali, sarà ricco di spunti e affronterà non solo gli aspetti clinici della malattia, ma anche quelli, delicatissimi, legati al test genetico. Si parlerà degli aspetti diagnostici, con il dr. Alessandro De Luca, Responsabile Genetica Molecolare dell’IRCCS Casa Sollievo della Sofferenza – CSS Mendel, degli aspetti etici, con il Prof. Giovanni Capelli, bioeticista, professore ordinario dell’Università di Cassino e degli aspetti psicologici, curati dalla dr.ssa Chiara Esposito, psicologa della LIRH e PhD student dell’Università Sapienza di Roma. Infine, una panoramica sulle malattie rare in Italia e in Europa sarà fornita dalla dr.ssa Giuseppina Annicchiarico, responsabile del Coordinamento Regionale Malattie Rare della Regione Puglia. Il valore aggiunto di questo incontro formativo è rappresentato dal coinvolgimento dei pazienti, come “testimonial di se stessi” nella discussione dei casi clinici. Il seminario è rivolto a neurologi, psichiatri, biologi, psicologi, infermieri, medici di famiglia, studenti e specialisti in genetica medica, medici di famiglia e familiari. La partecipazione è libera ma è richiesta la conferma della presenza via email a segreteria@lirh.it oppure telefonicamente al numero verde 800.388.330.

Fonte: www.lirh.it

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

This site is protected by wp-copyrightpro.com